26 Mar 2019
Local flavour

A Milano l’Hackathon sulla Sharing Mobility

A Milano si è concluso da poco lo Sharing Mobility Hack, l’hackathon dedicato alla mobilità condivisa, con l’obiettivo di concorrere allo sviluppo di un modello di città sempre più smart e sostenibile.

L’evento, organizzato da H2H, in collaborazione con Master Publitalia, si è svolto nella cornice della MilanoDigitalWeek, appuntamento ogni anno sempre più atteso per gli addetti e gli appassionati del mondo startup e digitale.

La competizione si è svolta in una speciale location: il Talent Garden Calabiana, centro nevralgico, incubatore di startup e soprattutto massimo diffusore italiano della cultura digitale.

L’Hackathon

Che cos’è un hackathon? Per i non addetti ai lavori si tratta dell’unione dei due termini inglesi: hack (attacco informatico) e marathon.

Si tratta di un evento che coinvolge team formati da programmatori, sviluppatori, esperti di design e project manager che collaborano intensivamente per identificare nuove soluzioni informatiche su temi identificati all’inizio della maratona.

Al nostro hackathon hanno partecipato 33 ragazzi e ragazze, provenienti da tutta Italia. Divisi in 6 gruppi, hanno avuto 6 ore per trovare, costruire e far funzionare un’idea innovativa e interessante sulla mobilità condivisa, prendendo spunto dalle realtà già presenti sul mercato .

Hackathon Milano Digital Week

Il team vincente è stato premiato dall’Assessore alla Mobilità e all’Ambiente del Comune di Milano, Marco Granelli.

L’idea vincente

Come già detto, obiettivo dell’hackathon era individuare proposte concrete ed innovative per implementare servizi e funzioni ancora più efficienti collegati al carsharing grazie alle nuove tecnologie (realtà aumentata, veicoli autonomi, comunicazione vehicle2vehicle, interazione client2vehicle, mobile solutions).

Il team vincente, premiato per il progetto “Hey SHARE NOW”, ha presentato una soluzione innovativa fondata su una strategia per rendere più efficace la user experience, tramite l’utilizzo di un chatbot su whatsapp che avrà la funzione di assistente di guida.

La giuria ha voluto premiare il carattere innovativo dell’idea, che va oltre all’utilizzo tradizionale dell’app, coniugando il sitema all’uso dell’assistente vocale, una funzione sempre più diffusa nei nostri smartphone.

Altre proposte

La giuria di esperti ha valutato i progetti per la creatività e l’applicabilità delle idee proposte per una Milano sostenibile. Tra i partecipanti alla giuria c’era anche Giovanni Maistrello, il nostro National Key Account Manager.

Giovanni ha avuto una parola di merito anche per i secondi classificati che hanno proposto l’integrazione nell’applicazione anche per i soli passeggeri:

“Ho apprezzato molto l’idea del gruppo che ha proposto il coinvolgimento del passeggero all’interno del meccanismo di noleggio. Ha applicato il pensiero laterale cercando nuove vie per coinvolgere gli utenti. Bravissimi!”

 

Complimenti anche da tutti noi di car2go e chissà che tra i ragazzi non ci sia qualche futuro collega 🙂