8 Mar 2019
Big Picture

4 consigli per una vita più sostenibile

Se già utilizzi car2go, stai facendo una cosa fantastica!

Perché, in questo modo, stai dando il tuo contributo ad un mondo più sostenibile. Ti chiederai come.

Ebbene, con car2go, noi ti offriamo un’alternativa al possesso di un’auto propria; ciò significa che si possono produrre meno auto e risparmiare risorse. Il seguente studio della RAC Foundation mostra inoltre che spesso non è necessario possedere un’auto: stando a quanto rilevato, nel Regno Unito un’auto rimane parcheggiata mediamente 162 ore settimanali e viene guidata solo per sei ore. Ciò significa una “percentuale di parcheggio” del 96,5%! E il parcheggio – soprattutto nelle grandi città – è più che scarso e quindi molto costoso.

Inoltre, in alcune città, la nostra flotta è composta esclusivamente da auto elettriche, come ad esempio a Stoccarda o Parigi. Poiché l’elettricità per queste auto elettriche viene generata ecologicamente, il loro utilizzo è ad emissioni zero. In particolare nelle città con elevati valori di particolato, come Stoccarda, car2go contribuisce così alla tutela dell’ambiente.

Ora, oltre alla “mobilità”, vorremmo mostrarvi altri modi per gestire le risorse in modo più consapevole nella vita di tutti i giorni.

Abbigliamento: Non indossare qualsiasi cosa

Ai mercatini delle pulci si ha la possibilità di trovare dei veri tesori! Infatti, tutto è tornato di moda. Può dunque capitare che una signora anziana ti procuri una giacca davvero fighissima, evitando così che finisca nella spazzatura. 🙂

Oltre ai mercatini delle pulci, si possono trovare anche marchi di qualità che contrassegnano i prodotti tessili ecologici e socialmente responsabili: Qui, ad esempio, c’è il sigillo GOTS (Global Organic Textile Standard), il bluesign® o l’Ecolabel UE.

2° I party: Il bicchiere di plastica è out

Vuoi organizzare una festa e ti trovi in un dilemma: non vuoi usare le stoviglie in plastica per il bene dell’ambiente, ma non hai abbastanza stoviglie in porcellana per così tanti ospiti, oltre al fatto che potrebbero rompersi.

Fortunatamente, ci sono alternative prodotte con materiali ecologici, come la canna da zucchero, la foglia di palma o il bambù. È inoltre possibile acquistare cannucce in fibra di mela per sorseggiare un cocktail in assoluta tranquillità.

3. Generi alimentari: App innovative e suggerimenti

Ogni anno, in tutto il mondo, vengono sprecate circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo. Le cose devono cambiare!

Molte famiglie buttano il cibo perché ha superato la data di scadenza. Spesso però, questi alimenti sono comunque ancora commestibili. Qui puoi vedere quali di essi e per quanto tempo sono ancora buoni  dopo tale data:

  • scatolame, miele, salse in vetro, riso, pasta, caffè: 1 anno
  • uova, formaggio a pasta dura e burro: 21 giorni
  • affettati, prosciutto, yogurt: 5 giorni
  • latte e pane: 2 giorni

 

Spesso siamo consapevoli che alcuni alimenti presenti in frigorifero devono essere consumati molto rapidamente, ma in che modo possiamo utilizzarli per creare un piatto delizioso quando sono prossimi alla scadenza?

Ci viene in soccorso l’applicazione “Plant Jammer”. Si basa sull’intelligenza artificiale, che al momento raccoglie tre milioni di ricette. Un algoritmo propone un piatto che comprende tutti i cibi che si inseriscono e copre anche tutti i sapori (salato, umami, acido, acido, oleoso, croccante, morbido, dolce, amaro, caldo, fresco e aromatico).

Riparare anziché gettare: Il Repair-Café

Quando un oggetto si rompe, di solito, consideriamo logico acquistarne uno nuovo. Sicuramente è una scelta facile e logica. Inoltre, spesso non si ha idea di come, ad esempio, far funzionare di nuovo gli elettrodomestici o di come ricucire il buco nei jeans in modo che non sia evidente.

Il “Repair Café” offre una buona soluzione al problema della società dell’usa e getta. Permette di riparare facilmente gli oggetti, con l’aiuto dei volontari. A tale scopo sono disponibili diversi strumenti e materiali. In tutto il mondo ce ne sono oltre 1.600, che sono registrati qui.

Buon divertimento!

Tu cosa fai per la sostenibilità? Raccontacelo sui nostri canali di social media 🙂