28 Ott 2017
Big Picture

5 motivi per essere orgogliosi del carsharing

Né mia né tua – la nostra auto. Il carsharing riscuote sempre più consensi, come dimostrato dal numero crescente di utenti in tutto il mondo. I motivi per voler condividere un’auto sono tanti. Qui ne elenchiamo cinque per cui vale la pena sentirsi #proudtoshare.

2,6 milioni di clienti in tutto il mondo e più di 600 operatori dello staff già condividono le nostre car2go.

Per questo anche il nuovo slogan scelto per car2go è “Proud to share”, vale a dire: orgogliosi di condividere.

Per tutte le persone che devono ancora convincersi, ecco quindi degli argomenti interessanti per scegliere di condividere un’auto.

 

“Garages are for bands”. Il car sharing crea più spazio in città.

Una vettura privata di solito resta ferma 23 ore al giorno in un parcheggio o in garage. Un’auto in car sharing, invece, viene utilizzata sei volte di più.

Rifacendosi al detto “Feste in strada al posto dei parcheggi” o alla tradizione rock che inneggiava a “i garage per le band”, condividendo i clienti di car sharing creano più spazio in città. Le aree adibite a parcheggio e poi liberate, possono essere riutilizzate quindi, per qualcosa di più bello.

 

“Mo‘ money, mo‘ problems”? Con il carsharing si risparmia.

Il rapper The Notorious B.I.G. era dell’idea che più denaro si possiede e più numerosi sono i problemi da affrontare. Questione di opinioni!

Tuttavia, rispetto a un’auto di proprietà i clienti car2go non devono preoccuparsi di riparazioni, assicurazione, tassa automobilistica, carburante, ticket di parcheggio o cambio gomme.

 

Ecologico e di tendenza: il car sharing contribuisce a rendere l’aria più pulita. 

I dati dimostrano che il car sharing influisce positivamente sulla qualità dell’aria nelle città.

Inoltre alcuni studi evidenziano che l’uso del car sharing riduce il numero delle auto in città. Le vetture più vecchie sono sostituite con nuovi modelli a emissioni sempre più ridotte o con auto elettriche.

In ben tre città car2go europee i nostri utenti hanno a disposizione 1400 auto elettriche tra smart e Mercedes Classe B.

 

Gli utenti del carsharing sono tanti – eppure ognuno di essi può essere ritenuto un trend-setter.

Attualmente car2go ha già 2,6 milioni di clienti nel mondo, tutti accomunati dal desiderio di muoversi in modo indipendente e flessibile.

Da una ricerca di mercato emerge che il perfetto target è il cliente che viaggia e ama l’internazionalità, che crede nella sostenibilità e vuole spostarsi in autonomia, sentendosi parte di qualcosa di più grande.

E poiché i numeri non possono essere smentiti, ecco un dato: Per il 2025 la società di consulenza per le aziende Frost & Sullivan prevede 36 milioni di utenti di car sharing nel mondo.

Sono proprio gli utenti stessi a definire una nuova tendenza!

“Sharing is caring” o meglio: condividere rende felici!

Ormai tutti conoscono questo modo di dire.

Infatti, condividendo l’uso di un’auto ogni persona che utilizza il carsharing contribuisce in piccola parte a rendere più vivibili le città e ad interessarsi di più agli altri, facendo parte della stessa community. Se sommiamo questi piccoli contributi, car2go da sola già fa la differenza.

Anche gli studi dimostrano chi preferisce la condivisione e si interessa al prossimo, rende felici non solo gli altri, ma anche se stesso.

 

Qual è, secondo te, il primo motivo per voler condividere un’auto? Qualcos’altro da aggiungere alla lista?