30 Set 2017
Big Picture

Lo sapevate? Le cose più importanti da sapere sul tema del Primo soccorso

Spesso capita di aver seguito un corso di primo soccorso diversi anni addietro – non c’è da stupirsi, quindi, se molte persone non si sentono all’altezza della situazione quando si trovano nei pressi di un incidente. Per ricordare ancora una volta le domande e i passaggi più importanti da fare, ne abbiamo discusso con Malte che svolge un servizio di paramedico volontario.

 

Quali sono i passaggi successivi da fare? Esiste una procedura o anche una specie di lista di controllo da rispettare?

Sì, la procedura necessaria da manuale è la seguente:

 

  • prendere tempo (dieci secondi) e controllare la situazione
  • mettere in sicurezza il luogo dell’incidente
  • portare i feriti in salvo, fuori dall’area di pericolo
  • misure di primo soccorso
  • chiamare il numero d’emergenza (112)
  • altre misure di primo soccorso

 

In alcuni casi può essere utile per esempio anche chiamare il numero d’emergenza mentre si mette in sicurezza il luogo dell’incidente.

 

Secondo te, quali sono gli accorgimenti più importanti che tutti dovrebbero conoscere per prestare il primo soccorso? Cosa si deve tenere presente?

Una cosa molto importante: non restare mai soli! Cercate sempre qualcuno che possa collaborare chiedendolo espressamente ad altre persone – più sono le persone coinvolte e maggiore sarà il soccorso fornito. Soprattutto, poi, non ci si ritrova soli con le proprie paure.

Inoltre, tutti dovrebbero conoscere le tecniche di rianimazione e la posizione laterale di sicurezza, in questo modo si possono davvero salvare vite umane.

La parola d’ordine è una sola: esercitarsi, esercitarsi, esercitarsi – solo così sarà poi più facile ricordare le manovre imparate in caso di necessità.

 

Cosa si deve tenere presente in genere quando si presta il primo soccorso?

Stare vicini alla persona ferita – spesso, infatti, ci si dimentica di farlo. Parlatele, tenetele la mano e aggiornatela su cosa sta accadendo. Spiegate cosa succede tutt’intorno, ad esempio che tutto è stato messo in sicurezza e che è stato chiamato il numero d’emergenza.

Così facendo, il ferito riceve conforto – non si deve dimenticare, infatti, che anche se già appare estrema al soccorritore, la situazione per il ferito è ancora più angosciante.

Inoltre, tutti dovrebbero conoscere la cassetta di pronto soccorso nella propria vettura e accertarsi che sia aggiornata.

Per esperienza personale aggiungerei anche: rimanere sul luogo dell’incidente finché non arriva il soccorso dei professionisti e lasciare le proprie generalità alla polizia, essendo la persona che ha prestato il primo soccorso.

Solo in questo modo, infatti, sarà possibile venire a sapere come è andata poi al ferito.

 

Secondo te ogni quanto tempo è necessario aggiornare le proprie conoscenze su questo argomento? Puoi consigliarci dei corsi specifici o in alternativa eventuali offerte online?

Il corso di primo soccorso dovrebbe essere ripetuto almeno ogni anno oppure ogni due anni. La cosa migliore da fare è rivolgersi a una delle organizzazioni di volontariato preposte.

Secondo me i corsi online non sono molto utili perché su questo argomento è molto importante l’esercitazione pratica. In questo modo, quando ci si trova in una situazione d’emergenza diventa più facile ricordare le manovre imparate.

Infine, frequentare un corso di primo soccorso assieme alle persone giuste (amici, familiari, colleghi) può essere un’esperienza molto divertente.

 

Grazie Malte!

 

Malte Wolman è un cliente appassionato del carsharing e lavora come Media Manager alla gestione della produzione di filmati presso la Daimler AG. Nel tempo libero svolge servizio di volontariato in una sede della Croce Rossa tedesca e da 7 anni svolge servizio di paramedico come attività secondaria sui mezzi di soccorso.

 

Vi siete mai trovati in situazioni simili? Avete esperienze e consigli da condividere?