5 Gen 2017
car2go Insights

In viaggio dalla Cina all’Europa con una Smart. Parte 1 Pechino – Helsinki

Per girare mezzo mondo di solito si viaggia in aereo. Oppure con la nave.  O con una Smart. Con una Smart? Esatto; Jessie di car2go China è partita con la sua Smart fortwo per un viaggio di 35.000 km.

“I lunghi viaggi in auto sono la mia passione. Prima di approdare a car2go ho lavorato presso la Smart. Qui una volta, durante una riunione, fu lanciata l’idea di realizzare un viaggio con una Smart da Pechino fino alla sede di produzione a Hambach come espediente di marketing.

L’idea non viene presa in considerazione – dopotutto la Smart non è un’auto adatta per lunghi viaggi. Effettivamente è così.

IMG_6240_smalll

Però quest’idea mi tornava continuamente in mente. I miei amici mi prendevano per matta: “La Smart è così piccola! Come ti viene in mente di fare un viaggio così lungo? Dopo i primi 1.000 km si romperà.”

Il mio amico Bin Liu, invece, condivide la mia stessa passione. Da quando ho iniziato a lavorare in car2go, ho sempre sentito parlare delle location car2go in Europa.

Spesso mi sono fermata a pensare se esiste una possibilità per visitarle tutte almeno una volta. Così, non so bene quando, all’improvviso abbiamo deciso di avventurarci in questo viaggio diretti in Germania. La nostra meta: Berlino.

(Ness)un ostacolo alla volta

L’ostacolo più grande da superare è prendere la tua decisione, così recita un proverbio. E ha ragione: effettivamente i preparativi sono stati abbastanza semplici.

Abbiamo comprato una nuova Smart, richiesto tre mesi di pausa sabbatica e organizzato i nostri visti – sapevate che occorre un visto anche per l’auto, altrimenti non si può uscire dalla Cina con la propria vettura? – poi abbiamo preparato i bagagli (tre outfit da indossare ciascuno, alcuni oggetti da campeggio indispensabili e cibo istantaneo, a questo punto la Smart è piena) e abbiamo pianificato il viaggio.

IMG_4892_small_2

Avremmo dormito in hotel – nella tenda nei casi di emergenza. Infine siamo partiti, dalla Cina diretti in Europa attraverso la Russia.

Due cinesi, un russo e Google Translate

Dopo circa 2.000 km siamo arrivati al confine russo-cinese. Personalmente non sapevo nulla della Russia perciò il nostro viaggio era anche un’avventura verso l’ignoto.

Alla frontiera siamo rimasti fermi 14 ore in attesa di poter passare. Lì è del tutto normale.

In queste 14 ore ci siamo resi conto che avremmo incontrato una cultura completamente diversa.

Inoltre, le persone del posto non avevano mai visto una Smart prima di allora. Uno di loro ha bussato sul tetto dell’auto e ha detto “Ma che cos’è?  È un’auto… di plastica?”

A mala pena parlavano l’inglese e cercavano di farsi capire gesticolando in tutti i modi. Con l’aiuto di Google Translate abbiamo chiacchierato e parlato del nostro piano di raggiungere la Germania con una Smart.

38 hot dogs e zuppa di borsch

Nel corso del nostro lungo viaggio attraverso la Russia ci siamo fermati solo in stazioni di servizio o in hotel.

IMG_4502_small

In tal caso i nostri pasti principali sono stati i 38 hot dog nelle rispettive stazioni di servizio e borsch, un piatto nazionale russo – del resto se non è possibile capirsi e la connessione internet per Google Translate viene meno non si può ordinare il proprio piatto preferito.

IMG_4621_small

Una notte, non essendo riusciti a trovare un hotel, abbiamo persino dormito in una tenda, e c’erano solo sei gradi. Infine, passando per Mosca e San Pietroburgo siamo arrivati in Finlandia. Da qui ha avuto inizio il nostro grand tour in Europa